RSFF 2018 – Gala Night Events

L’evento Gala Night durante la cerimonia di premiazione dei Vincitori del Rieti e Sabina Film Festival si articolerà in una serie di Eventi live, che avranno come comune denominatore il Cinema e la Cultura Giapponese.

Il palinsesto della serata sarà presto pubblicato.

Nel frattempo anticipiamo alcune informazioni dei fantastici artisti che allieteranno la serata con le loro performance artistiche.

M° Angelo Inglese jr. – Bio

Compositore e direttore d’orchestra, terzo di una generazione di musicisti.

Ancora bambino, inizia gli studi di clarinetto, pianoforte e violino con suo padre Giuseppe (clarinettista e compositore; poi si iscrive al Conservatorio “Niccolò Piccinni” di Bari.

Successivamente, prosegue e termina gli studi di composizione e direzione d’orchestra al Conservatoire Superieur de Musique de Paris con il M° Jacques Charpentier dove vince il 1° Prix (medaglia d’oro) con una Messa da Requiem per soli, coro, onde martenot e orchestra.

Ciò dà il via a un’intensa attività di compositore vincendo vari concorsi internazionali tra cui il “2 Agosto” di Bologna, dove riceve una dichiarazione ufficiale da Ennio Morricone come migliore composizione del concorso e ricevendo commissioni da diverse istituzioni orchestrali e concertistiche di tutto il mondo.

Compone musica cameristica, sinfonica e opera lirica.

Fra le sue composizioni più rappresentative :

Recuerdo de un olvido  poema sinfonico per mezzosoprano, baritono e orchestra su testi di Luis Cernuda;

Hymne à la Beauté poema sinfonico per baritono e orchestra da “Les fleurs du mal” di Charles Baudelaire;

Ma la gloria non vedo”  visione sinfonica per voce recitante e orchestra, lavoro commissionato dal Comune di Bologna per le celebrazioni del 150° anniversario dell’Unità d’Italia ed eseguito dall’Orchestra del Teatro comunale di Bologna e trasmesso sulla RAI;

“Trittico michelangiolesc”o per voce, violino e flauto su tre rime di Michelangelo Buonarroti;

La vera Traviata” cantata scenica in un prologo, 7 scene e epilogo su libretto di Gaia Servadio;

La bottega dei sogni” commedia lirica in 2 atti su libretto di Nicola Saponaro, eseguita in prima mondiale al Teatro Petruzzelli di Bari;

“Sette canti di luce e polvere” per controtenore, tenore, clarinetto, violino, violoncello e pianoforte;

Madrigali dei sogni” per soprano e pianoforte da L’Isottèo di Gabriele D’Annunzio.

Tra gli ultimi suoi lavori:

Il sogno di Dante2 visione sinfonica per baritono e piccola orchestra composta per le celebrazioni dei 750 anni della nascita di Dante;

Il Re cervo” opera in 3 atti tratta dall’omonima fiaba di Carlo Gozzi su libretto di Paolo Bosisio.

Nel 2012 fonda ed è direttore artistico l’International Competition of Sacred Music Composition  “Papa Benedetto XVI”.

Infine, nel 2018, per le celebrazioni del centenario della nascita di suo nonno Angelo Inglese (1918-1990), dà vita al Concorso Nazionale di Composizione per Banda “Angelo Inglese Sr.”.

Ha curato varie edizioni critiche di opere liriche e sinfoniche tra cui la Medée di Luigi Cherubini incisa su CD in prima mondiale da NUOVA ERA nella versione francese.

Nel 2019, per le celebrazioni del centenario dell’indipendenza della Corea del Sud (1919-2019), andrà in scena “Shim Chung” (opera in 3 atti su libretto di Karen Saillant, ispirata all’omonima leggenda coreana); l’opera, commissionata dall’International Opera Theater of Philadelphia, sarà eseguita nei teatri di Philadelphia, Seoul e Città della Pieve.

 

Enzo Garramone – Bio

Cantante, imitatore, Attore di Teatro e di Fiction, Maestro di Canto, Conduttore  ed Ideatore di programmi televisivi .

L’esordio nel mondo dello spettacolo avviene nel 1983 dove conquista il primo posto nella categoria Imitatori al Festival degli Sconosciuti, condotto da Rita Pavone e Teddy Reno.

Nel 1987 si ripete con il primo posto al Castrocaro Terme, condotto da Pupo nella stessa categoria imitatori.

E’ l’inizio della sua poliedrica carriera artistica.

Esordisce al cinema nel  1988 in un film di Nanni Loi e nel 1990 parte in una torneè negli Stati Uniti con Riccardo Fogli, Toto Cutugno e Viola Valentino.

Molteplici le presenze nelle Fiction TV Rai non abbandona mai le sue grandi passioni, il teatro e la canzone.

Nel 2008 e nel 2011 collabora con Massimo Ranieri nelle due trasmissioni televisivi in primaserata di  Rai Uno Napoli Milionaria e Questi Fantasmi.

In uscita Anima, ultimo  film di Pino Ammendola.

 

Taiko

taiko erano usati negli eventi militari e nelle feste comunitarie dette matsuri. Tuttoggi nei sacrari shintoisti di numerose località del Giappone, viene usato un tamburo per evocare e rendere omaggio alle divinità, i kami.

L’onnipresenza del tamburo in alcuni riti shintoisti noti come kagura crea un’analogia con la centralità del tamburo nello sciamanesimo “classico”.

Di conseguenza alcuni studiosi suppongono che l’impiego del tamburo nei kagura, e più in generale in gran parte delle pratiche rituali folkloriche giapponesi, trovi le sue radici proprio nello sciamanesimo.

il tamburo è significativamente legato, anche nei racconti mitologici giapponesi, a pratiche riconducibili a un orizzonte sciamanico: il famoso episodio della “Caverna celeste” può infatti essere interpretato come pratica per il recupero dell’anima – quella della dea solare Amaterasu, “morta” nella caverna – in cui un taiko sui generis, il recipiente capovolto, svolge una funzione determinante. Peraltro, nel Giappone contemporaneo il tamburo, di norma insieme al canto, si delinea come elemento immancabile nello scatenamento, nello sviluppo e nella risoluzione della trance di possessioneche caratterizza alcuni rari casi di kagura[2]

 

Yasko Fuji – Bio

 Nata a Hiroshima, intraprende lo studio del pianoforte a due anni e del flauto traverso a nove, vincendo il primo premio al Concorso Nazionale per Fiati. In giovanissima età inizia a lavorare come pianista accompagnatrice al corso di canto presso il Centro Culturale NHK (Radio Televisione Giapponese).

Dopo la Laurea in International Policy Management presso l’Università Keio a Tokio, si diploma in Canto Lirico presso la Japan Opera Foundation.

Vince diversi Concorsi Nazionali, nel 2008 debutta come Dorabella in “Così fan tutte” di Mozart al Teatro Shova Accademiae di Tokio, in seguito è Susanna ne “Le nozze di Figaro” di Mozart. Seguono:  “Don Giovanni”, “Traviata”, “Madama Butterfly”, “La Bohème” , “Andrea Chenier”, “Carmen”,  “Gianni Schicchi”, “Turandot”, “Apollo et Hyacinthus”, “Manon Lescaut” ,“Jago”.

il 2016 è un anno fatato: Concerto Requiem per il Giappone dal Vaticano Basilica papale di San Paolo Fuori le Mura, Don Pasquale di Donizetti – Hamarikyu Hall , Kaguyahime” Regia di Riyoko Ikeda“Scugnizza” Giordano di Foggia Carmen di BizetKyoto Art Theater.

 Svariate le sue apparizioni nelle Fiction e nelle Trasmissioni  televisive.

Vincitrice assoluta“Concorso Lirico Internazionale di Saluzzo dedicato a Magda Olivero , Premio Sergio Bruni”, Premio Nino Rota” per la sua interpretazione musicale ed il suo contributo nella diffusione della musica italiana e napoletana.

 

RIETI & SABINA INTERNATIONAL FILM FESTIVAL

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: